Salento, bellezza fantozziana: quando al Ciolo Francesco Greco incontrò Villaggio

Francesco Greco racconta così il suo incontro con Paolo Villaggio: «Era il 29 giugno 2000 e con altri colleghi ci eravamo arrampicati sulle aspre scogliere del Ciolo (poco a nord di Capo Leuca) dove si stava girando “Hermano”, opera prima di Giovanni Robbiano, anche lui genovese, film che non ebbe  fortuna e navigò nei palinsesti notturni delle tv: ogni volta che lo danno sganciano 20mila euro.

villaggio1

Sul set c’era un elegantissimo Rade Serbedzija vestito di bianco e Ignazio Oliva, un giovane attore di cui si è persa la traccia. Si sapeva della “amichevole partecipazione” di Emir Kusturica, il mio autore preferito, ma quel giorno non c’era.

ciolo2

Poi il regista ordinò la pausa-pranzo. L’attore mangiò alcuni pupiddhi (zeri) fritti allineati su un grande vassoio e ne distribuì alla troupe. C’erano anche seppie e calamari a pezzetti. Un’assistente alla regia, la donna più magra che ho visto in vita mia, ne prese uno dalle sue mani. Aveva molto carisma e intorno tutti facevano silenzio. Mi colpì la bassa statura e l’enorme pancia.

pupiddi

Bevemmo qualcosa, cercai di fare qualche domanda (Fantozzi è di destra o di sinistra?), ma era impossibile: parlava a raffica come un vecchio filosofo della Magna Grecia. Forse era un timido. Ripresero a girare e ce ne andammo: eravamo d’intralcio.»

Articolo originale: Salogentis

#SalentoCheBellezza – #InBeautySalentoTrusts – #Landfunding

Info e contatti su: www.salentochebellezza.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...